Il Massaggio Sonoro Armonico può essere definito come una "esperienza vibrazionale".

Che tutto vibri è storia ormai nota, le conoscenze scientifiche acquisirono il concetto già con Max Plank, il padre della fisica quantistica. Ogni parte del nostro corpo, perciò, come ogni cosa in natura, vibra con una frequenza fondamentale particolare e nello stato di equilibrio ogni componente di questo sistema vibra con una frequenza armonica rispetto alle altre.

Questo stato è ben difficile da mantenere nella vita quotidiana, specie in occidente, dove ritmi e stress giornaliero sono un'abitudine che si somma a tensioni interne, mentali ed emotive. Per questo il lavoro con le ciotole armoniche risulta efficace per riportare l'individuo, inteso nella sua interezza, ad uno stato di equilibrio.

Ogni ciotola tibetana armonica produce infatti solo suoni armonici tra loro. Pur non essendo uno strumento prettamente musicale (le campane non sono accordate su una nota precisa) i suoni emessi dalle ciotole armoniche  sono relazionati tra loro secondo una scala armonica, quindi secondo una relazione di proporzione.

 

Lavorare con l'armonia significa quindi lavorare per determinare e mantenere un sistema di relazioni ben proporzionate tra loro.

 

Questo tipo di vibrazione "complessa e proporzionata" è un messaggio per il corpo fisico (composto per la maggiorparte di acqua e quindi estremamente recettivo) e per quello sottile, che per la legge di risonanza avvicinano il proprio sistema di  vibrazioni alla proporzione universale emanata dagli strumenti armonici.
Il corpo riconosce le diverse frequenze emesse dagli strumenti armonici (campane tibetane, dai diapason, voce umana) e li usa come modello per ristabilire il proprio equilibrio interno, e quindi ritornare ad uno stato più simile a quello di salute.

 

Un esperimento estremamente interessante è quello di suonare separatamente i diversi suoni di una campana armonica che contenga acqua: le onde sonore creano sulla superficie dell'acqua forme geometriche differenti a seconda del suono prodotto. Questo dipende dal fatto che ogni suono produce una diversa informazione di ordine e, soprattutto, ci spiega l'importanza del lavoro con il suono armonico: il suono armonico ordina la materia.

 

I benefici che riportano le persone che contattano le vibrazioni armoniche sono tutti riconducibili ad un senso di maggior equilibrio: miglior qualità del sonno, della digestione, diminuzione dello stress, maggior lucidità e soprattutto una maggior comprensione di sé come individuo integro e completo.

 


 

 

Nota bene: secondo la filosofia promossa da Albert Rabenstein, "Massaggio Sonoro" non significa semplicemente appoggiare ciotole sul corpo e farle suonare...
La conoscenza delle leggi che regolano il suono, acquisite durante la Formazione da operatore, permette di ottenere una visione integrale (olistica) dei diversi aspetti della vita, aiutandoci a raggiungere una profonda connessione con noi stessi. L’ascolto dell’operatore per cogliere i sottili cambiamenti del suono, la sua sensibilità per entrare nel corpo vibratorio dell’altra persona e interagire con esso, richiedono un allenamento profondo e responsabile.

"Avendo consacrato tutta la mia vita alla Scienza più razionale possibile, lo studio della materia, posso dirvi almeno questo a proposito delle mie ricerche sull’atomo: la materia come tale non esiste! Tutta la materia non esiste che in virtù di una forza che fa vibrare le particelle e mantiene questo minuscolo sistema solare dell’atomo. Possiamo supporre al di sotto di questa forza l’esistenza di uno Spirito Intelligente e cosciente. Questo Spirito è la ragione di ogni materia."

 

Max Planck (fisico - padre della fisica quantistica, 1858 – 1947)
(discorso tenuto a Firenze nel 1944, dal titolo “La natura della materia” [The Essence/Nature/Character of Matter] Quelle: Archiv zur Geschichte der Max-Planck-Gesellschaft, Abt. Va, Rep. 11 Planck, Nr. 1797)

"Dopo essere andato a Boston mi recai in una camera anecoica dell'Università di Harvard.
Tutti quelli che mi conoscono sanno questa storia. La ripeto continuamente.
In quella stanza silenziosa udii due suoni, uno alto e uno basso. Più tardi chiesi all’ingegnere addetto perché, se la stanza era tanto a prova di suoni, avevo udito quei due suoni. 'Me li descriva', disse. Io lo feci.
Mi rispose: 'Il suono alto era il suo sistema nervoso in funzione, quello basso il suo sangue in circolazione.'  "

 

John Cage (Los Angeles, 5 settembre 1912 – New York, 12 agosto 1992) è stato un compositore e teorico musicale statunitense. È considerato una delle personalità più rilevanti e significative del Novecento. La sua opera è centrale nell'evoluzione della musica contemporanea.